Italia Olivicola e Gambero Rosso: l’olio di qualità fa tappa nelle città europee

531

Si è concluso oggi il ciclo di iniziative organizzate da Gambero Rosso nelle tre città di Londra, Monaco e Zurigo rispettivamente il 24, il 28 e il 30 marzo, che ha visto protagonista in Europa la storia produttiva di Italia Olivicola, il più grande consorzio di produttori olivicoli d’Italia, e delle cooperative olivicole greche grazie ai progetti comuni finalizzati al potenziamento di percorsi comuni di crescita basati sulla tracciabilità e su nuovi modelli di produzione sostenibile alla luce dei nuovi orientamenti strategici dettati dall’Europa.

“Quality Olive Products: Two countries, One Production” è stato il leitmotiv comune a masterclass e web show, durante i quali è stato possibile condividere con un pubblico internazionale gli aspetti più importanti relativi a un prodotto identitario del nostro Paese e alla qualità legata alla nostra storia produttiva. Un’esperienza che si è arricchita, negli anni, grazie al prezioso contributo dei produttori ellenici.

Di questo e molto altro si è parlato in occasione delle sessioni di panel test – per quest’anno ancora realizzate in modalità mista (in presenza e in remoto) per via delle misure restrittive per il covid – secondo le quali i partecipanti, guidati dal capo panel, Pasquale Costantino hanno potuto degustare gli oli tracciati provenienti dalle organizzazioni produttive associate al consorzio e condividere riflessioni e curiosità sulle tecniche dell’assaggio e sul panel test, vero valore aggiunto per il riconoscimento degli oli di qualità

“Un cucchiaino di olio, come un bicchiere di vino, racconta molto dei territori, delle identità e della biodiversità del nostro Paese. Occasioni come queste – sostiene Pasquale Costantino, Capo Panel per Italia Olivicola – sono molto importanti per far conoscere e riconoscere un prodotto di qualità, sensibilizzare i consumatori rispetto agli sforzi compiuti dal mondo produttivo e ai progetti in essere per una crescita comune, come quelli che Italia Olivicola sta realizzando da tempo con la Grecia relativi a programmi di innovazione, alla tracciabilità di prodotto, alla sostenibilità e al miglioramento della qualità”.

L’attività rientra all’interno del progetto Reg Ue 611-615/2014 e smi, la campagna di promozione è finanziata con il contributo dell’Italia e dell’Unione Europea.