Truffe e frodi, Sicolo: “Bene l’inasprimento delle pene, il 2019 sia l’anno di un piano olivicolo serio”

306

Report e numerose altre trasmissioni negli ultimi giorni, come W L’Italia su Rete4, hanno evidenziato come nel nostro mondo ci siano alcuni operatori che continuano ad agire nell’illegalità a danno dei produttori italiani onesti e, soprattutto, dei consumatori.

Frodi e truffe sono purtroppo all’ordine del giorno sugli scaffali, nonostante il prezioso lavoro di Icqrf e forze dell’ordine che va ulteriormente incrementato e rafforzato.

Accogliamo con favore la proposta del Movimento 5 Stelle e dell’onorevole Giuseppe L’Abbate per l’inasprimento delle pene verso tutti i responsabili di questi comportamenti truffaldini e auspichiamo che siano pubblicati i nomi di tutti coloro che operano nell’illegalità.

Auspichiamo, naturalmente, che il 2019 sia l’anno di un piano olivicolo serio in grado di rilanciare l’eccellente produzione italiana.

Italia Olivicola continuerà a battagliare per difendere i produttori e far riconoscere la qualità dell’olio extravergine d’oliva italiano e continuerà a lavorare con tutti gli operatori della Filiera Olivicola Olearia Italiana (FOOI) e con tutti coloro che condividono i nostri principi e i nostri valori.

Gennaro Sicolo
Presidente ITALIA OLIVICOLA