A Jaen nasce la seconda cooperativa dell’olio d’oliva mondiale

1013

Dopo diversi tentativi e anni di trattative, le assemblee dei due principali gruppi oleari della provincia di Jaén, Jaencoop e Olivar de Segura, con il supporto e il lavoro delle Cooperative Agroalimentari, hanno approvato l’integrazione e il rafforzamento di quello che sarà il secondo maggior produttore e distributore di olio d’oliva al mondo con un fatturato medio annuo di oltre 250 milioni di euro.

Delle due entità fanno parte 28 cooperative di base, 26.000 soci agricoltori, 130.000 ettari di coltivazione e una produzione che nella campagna 2018-2019 raggiungerà le 120.000 tonnellate di olio d’oliva, ovvero il 17,5% della produzione della provincia di Jaén e il 9% della produzione di tutta l’Andalusia.

Insieme commercializzeranno una dozzina di marchi, olio biologico e le denominazioni di origine Sierra de Cazorla e Sierra de Segura, avendo accesso congiunto a una ventina di mercati esteri.

Secondo il presidente di Jaencoop, Cristóbal Gallego Martinez, questa integrazione significa “rafforzare le sinergie, a beneficio di tutti i partner. Attualmente non ha senso andare da soli; ora avremo più muscoli sul mercato internazionale e maggiori garanzie di produzione”.

Le infrastrutture saranno mantenute e che l’obiettivo è quello di sviluppare un livello di attività superiore, soprattutto sui mercati internazionali.

A livello interno, la cooperativa risultante avrà un amministratore delegato, Fernando Córcoles Morales, l’attuale direttore di Olvar de Segura, e sarà strutturata per sezioni (ecologica, denominazioni di origine, ecc.), al fine di sfruttare al meglio la vasta gamma di olio di oliva offerta, con numerose marche ben posizionate sul mercato.

“Vogliamo un gruppo forte nella provincia – ha affermato Angelo Rodriguez, presidente di Olivar de Segura – Abbiamo progetti con un grande potenziale che richiedono un maggior volume di produzione e ora saremo un grande gruppo”.