Consenso al commissario Wojciechowski dopo l’audizione di ieri

44

La commissione agricoltura dell’europarlamento ha dato un ampio consenso al commissario designato all’agricoltura, il polacco Janusz Wojciechowski, dopo la seconda audizione di ieriL’audizione si era resa necessaria perchè dopo la prima il commissario non aveva raggiunto l’approvazione dei due terzi dei membri della commissione, come necessario.

Nella sua introduzione il commissario ha toccato in modo sintetico e deciso molti punti.

Ha ribadito che la PAC ha bisogno di meno burocrazia e di maggiore armonizzazione; per l’ambiente la via è quella di incentivi finanziari, all’interno del secondo pilastro, che aiutino gli agricoltori a perseguire gli obiettivi del green deal; ha anche annunciato che presenterà un piano di azione per lo sviluppo del biologico.

Ha ribadito che la PAC deve restare comune, anche se flessibile, basata su obiettivi, metodi e indicatori comuni.

Ha fatto riferimento al problema della concentrazione delle terre in poche mani, spiegando che si tratta di una competenza degli stati membri ma che c’è la necessità di difendere a livello europeo piccoli e medi agricoltori.

Infine, ha indicato la necessità di rafforzare il sistema delle indicazioni geografiche, soprattutto nell’Europa centro-orientale.

E’ poi iniziata la serie delle domande degli eurodeputati, alla fine delle quali Paolo De Castro, coordinatore S&D nella commissione agricoltura, ha dichiarato:

“Il commissario designato UE all’agricoltura questa volta ci ha soddisfatto: nella nuova audizione al parlamento UE ha risposto in modo adeguato e puntuale alle nostre domande, a partire dalle contromisure che intenderà assumere per fare fronte ai nuovi dazi USA che dal 18 ottobre colpiranno il settore agricolo e alimentare dell’unione”.