Grecia, gli oliveti minacciati dall’ondata di caldo

131

Durante i primi giorni di agosto la Grecia ha dovuto affrontare la peggiore ondata di caldo degli ultimi tre decenni, con temperature che hanno superato i 43°C per diversi giorni consecutivi.

Questo, insieme a una prolungata siccità senza piogge negli ultimi tre mesi, ha privato gli ulivi di qualsiasi fonte d’acqua, che potrebbe avere gravi conseguenze per la prossima stagione.

Dopo un’abbondante produzione nel 2020/21, le previsioni per il 2021/22 indicavano un calo naturale, che potrebbe essere anche superiore alle attese a causa della recente ondata di caldo.

I produttori stanno vedendo come le olive, ancora sull’albero, si stiano deteriorando e cadano, come pubblicato da Olive Oil Times.

A questo si aggiunge un’altra ondata, quella degli incendi, che sta colpendo importanti aree del Paese, con l’incendio di boschi e coltivazioni in tutto il Paese. La Grecia ha già chiesto assistenza finanziaria all’Unione europea per i produttori di olio d’oliva e di olive da tavola colpiti da condizioni meteorologiche avverse.

Fonte: www.olimerca.com