Olio EVO, il primo congresso internazionale di formazione

239

A Bari, dal 20 al 22 gennaio 2020, 35 ricercatori provenienti da tutto il mondo, presenteranno le loro attività scientifiche per concorrere al premio per la ricerca più talentuosa.‘EVOO Research’s Got Talent 2020′ è il primo congresso di formazione internazionale dedicato all’olio extravergine d’oliva.

E’ riservato a giovani ricercatori coinvolti in una maratona sulla progettazione europea e le soft skill.

L’iniziativa è promossa dall’Università degli Studi di Bari, Dipartimento interdisciplinare di Medicina (prof. M.L. Clodoveo) e Dipartimento di Farmacia-Scienze del Farmaco (prof. F. Corbo) e dal Politecnico di Bari, Dipartimento di Meccanica, Matemìatica e Management (prof. R. Amirante), in collaborazione coi progetti Ager e l’Associazione Food for Martians.

E’ patrocinata dal MIPAAF, dalla Regione Puglia, da numerose accademie e società scientifiche, associazioni di produttori e frantoiani, operatori nel settore della cultura dell’olio e dal COI. Media partner nazionale ‘Teatro Naturale’.

Trentacinque ricercatori si incontreranno per conoscersi, contaminarsi e creare la generazione futura di scinziati che, con un approccio interdisciplinare, svilupperà innovazioni per raccogliere le sfide del settore olivicolo-oleario e sostenere gli stakeholders.

A supporto dei giovani scienziati, una carrellata di esperti: la dott.ssa L. Santarnecchi del Politecnico di Milano, il prof. A. Sannino di Unisalento, il prof. N. Coniglio di Uniba, il dott. P. Tamburrano del Politecnico di Bari, la dott.ssa M.L. Divella del Politecnico delle Marche, la prof.ssa A. Manuti di Uniba, il dott. G. Torrisi dell’Agenzia esecutiva del Consiglio europeo della ricerca, il prof. A. Moschetta di Uniba, la prof.ssa T. Gallina Toschi di Unibo.