Oliveti biologici, superfici in aumento

42

Cresce la superfice biologica italiana. Come emerge dall’ultimo report “Bio in cifre 2022, curato da Ismea e dal Ciheam di Bari, nel 2021 la superficie biologica italiana è aumentata del 4,4%.

Ove si mantenesse questo ritmo di crescita anche nei prossimi anni si potrebbero raggiungere i 2,7 milioni di ettari al 2027 e toccare i 3 milioni nel 2030, valore prossimo al target Farm to Fork del 25% di superficie bio, da raggiungere entro la fine del decennio.

Tra le diverse coltivazioni bio crescono soprattutto le colture permanenti (+3,5% nel complesso), con andamenti diversificati tra le diverse tipologie: si riducono gli agrumeti, stabili i meleti e gli oliveti mentre aumentano i vigneti e i noccioleti.

L’olivicoltura resta una delle colture permanenti più coinvolta nel biologico; in termini assoluti, considerando il totale della superficie olivetata, la quota bio è arrivata al 22%. A livello regionale, l’analisi delle prime sette regioni per superficie indica che solamente in Calabria e in Sicilia tale valore è superato. Infatti, in queste due regioni su 100 ettari complessivi di oliveto, rispettivamente 38 e 30 ettari sono biologici.

Negli ultimi dieci anni la progressione della superficie olivicola è bio è aumentata del 77% ma con una distribuzione regionale molto differenziata.

Ad aver spinto il piede sull’acceleratore sono state soprattutto Campania e Molise ma, tra le regioni più tradizionalmente produttrici, anche Liguria, Toscana e Basilicata hanno più che raddoppiato la propria superficie bio. Situazione analoga anche nel Nord-Est ad eccezione del Friuli-Venezia Giulia.

Una variazione percentuale poco sopra la media nazionale anche per Puglia e Sicilia.

In volume assoluto, invece, la distribuzione della superficie olivetata bio è particolarmente concentrata nelle principali regioni produttrici con la leadership che anche in questo caso spetta alla Puglia, con 71 mila ettari a bio a fronte dei 70 mila della Calabria, sebbene l’incidenza sulla superficie totale nazionale di oliveti biologici sia rispettivamente del 28,6 e 28,4%.

 

La redazione

Fonte: olivoeolio.edagricole.it