Spagna, si contesta il prezzo dell’EVO dei grandi marchi nella GDO

95

In Spagna si continua a fare molta attenzione ai prezzi dell’olio extravergine, non avendo paura di continuamente denunciare le politiche dei grandi marchi e della GDO. Di seguito un interessante articolo.

Se nel monitoraggio mensile che facciamo dei prezzi di vendita al pubblico dell’olio extra vergine di oliva da 1 litro in PET, qualche settimana fa abbiamo osservato che il più basso nel nostro panel si trovava in promozione a € 2,99 litro nella catena di Madrid dei supermercati Ahorramas, questa settimana abbiamo visto più attività nella distribuzione commerciale.

Da un lato, i marchi di distribuzione vogliono mantenere le posizioni raggiunte negli ultimi anni, dall’altro i marchi dei produttori stanno attivando quanto alla loro portata per riconquistare la quota di mercato persa nel tempo.

Oggi ci riferiamo in particolare allo storico marchio Carbonell de Deleo, che attualmente vende olio extra vergine di oliva Ahorramas in PET con la sua iconica bottiglia “moschea” allo stesso prezzo del marchio di distribuzione Alipende: € 2,99 litro .

Senza dubbio, uno sforzo competitivo ed economico su larga scala per Carbonell, ipotizziamo per provare a recuperare parte della quota di mercato perduta e, in più, una decisione che sembra in linea con il piano strategico recentemente implementato dalla società, dopo la forzata riduzione del capitale effettuata negli ultimi mesi.

La nostra opinione basata sull’esperienza sarà sempre la stessa, l’olio d’oliva in generale e in particolare in Spagna (il principale produttore e consumatore mondiale) dovrebbe essere commercializzato a “prezzi ragionevoli e stabili” per il consumatore.

Realizziamo il prodotto migliore e proteggiamo i marchi, per occuparci dello sviluppo dell’olio d’oliva spagnolo.

Forse dovremmo fare questi ragionamenti anche in Italia…..