Xylella, XF-Actors ricostruisce un focolaio a lungo trascurato in Europa

42

A Maiorca, Isole Baleari (Spagna), i mandorli hanno subito un grave declino e mortalità negli ultimi 15 anni. La Almond Leaf Scorch Disease (ALSD) è stata studiata preliminarmente dal 2008 al 2010 ed è stata associata a un complesso di patogeni fungini del tronco e alle loro interazioni con noti fattori predisponenti alla malattia come la siccità prolungata e l’invecchiamento degli alberi. Questa diagnosi precoce della malattia, tuttavia, è stata recentemente messa in discussione dopo il rilevamento di Xylella fastidiosa a Maiorca nell’ottobre 2016.

Nello studio, i ricercatori di XF-Actors mostrano come l’ALSD sia stata di fatto innescata dall’introduzione di Xylella fastidiosa intorno al 1993 e successivamente si sia diffusa alla vite (malattia di Pierce). Quindi, l’agente patogeno è rimasto inosservato per decenni nel bacino del Mediterraneo nelle mandorle o in altri ospiti, confuso per altri patogeni o per sintomi di stress da siccità.

Secondo i modelli utilizzati nello studio, i ricercatori possono concludere che entrambe le sottospecie Xylella fastidiosa trovate a Maiorca, fastidiosa ST1 e multiplex ST81, condividevano i loro antenati comuni più recenti con le popolazioni californiane del batterio, associato a mandorle e viti.

Coerentemente con questa cronologia, le infezioni da Xf-DNA sono state identificate negli anelli degli alberi risalenti al 1998. Questi risultati rivelano uno scenario precedentemente sconosciuto in Europa.

Per quanto riguarda la politica fitosanitaria dell’UE, i risultati mettono in dubbio l’adeguatezza delle strategie di eradicazione e di emergenza senza alcuna indagine preliminare sulla storia epidemiologica dei focolai che si intende contenere.

Al contempo, la Commissione UE ha approvato il Regolamento di esecuzione dell’UE (UE) 2020/1201 del 14 agosto 2020 per quanto riguarda le misure per prevenire l’introduzione e la diffusione all’interno dell’Unione di Xylella fastidiosa (Wells et al.) La Commissione ha basato le ultime ricerche della European Autorità per la sicurezza alimentare (EFSA).

Il nuovo regolamento definisce le misure di eradicazione e contenimento, le modalità di svolgimento delle indagini e le misure per l’importazione di piante ospiti da paesi terzi.

https://eur-lex.europa.eu/legal-content/EN/TXT/?qid=1600419731332&uri=CELEX:32020R1201

Fonte: www.xfactorsproject.eu