Commissione europea, PSR Puglia: commissariamento?

109

In una lettera inviata al presidente Emiliano ed al direttore Nardone, il commissario Ue Jerzy Plewa, di fatto, ‘commissaria’ la Regione Puglia per il PSRLa Direzione generale dell’agricoltura e dello sviluppo rurale della Commissione europea chiede, entro gennaio 2020, che venga inviata una relazione puntuale sulle azioni fatte per riparare ai ritardi del programma e successivamente queste relazioni dovranno avere una cadenza bimestrale.

    

A questa lettera, pubblicata sui mezzi d’informazione, risponde il direttore Nardone che, spiega, ‘non riguarda la certificazione della spesa nè si tratta di un commissariamento della gestione del nostro PSR‘.

L’interlocuzione con Bruxelles è una prassi giustificata da un interesse in comune, da un normale rapporto istituzionale’ aggiunge Nardone.ha bacchettato duramente l’amministrazione regionale sui pochi progressi della spesa ed il connesso rischio di restituzione dei fondi:

Ma, contrariamente alle rassicuranti parole del direttore, la gestione del Programma continua ad avere sussulti incomprensibili.

Il 20 novembre è stata approvata una Determina della Regione Puglia sulla misura 5.2 del PSR, destinata ai territori salentini infetti da Xylella. La Determina è stata pubblicata il 21 novembre e richiede il rilascio delle domande Sian di anticipo entro il 22 novembre.

Il senatore Stefàno, vice capogruppo PD al Senato:” Non bastava la lettera con cui il Commissario europeo all’agricoltura ha bacchettato duramente l’amministrazione regionale sui pochi progressi della spesa ed il connesso rischio di restituzione dei fondi.

Si persevera invece nell’errore: per accelerare sulla rendicontazione si escogita una pezza risolutiva peggiore del buco, scaricando le responsabilità sui tecnici che dovranno, in tempi record, rilasciare le domande di sostegno“.