L’olio extra vergine d’oliva lucano Igp è stato registrato sulla Gazzetta Europea

114

Si può definitivamente utilizzare il marchio IGP, dal mese di agosto in realtà già in via provvisoria. Ottima notizia che arriva alla immediata vigilia di una campagna olivicola di Basilicata che si annunciava positiva e che  per questo evento sarà storica.

La denominazione «Olio lucano» (IGP) è registrata ufficialmente e pubblicata sulla Gazzetta Europea del 5 ottobre 2020. Terminato l’iter, ora comincia la messa in campo di ogni opportunità possibile per il nostro agroalimentare. Inviteremo, da parte nostra,  il Ministro Teresa Bellanova alla presentazione ufficiale del marchio Olio Lucano IGP che spero in tempi brevi possa essere organizzato, sicuramente in collaborazione e sinergia con il presidente nazionale di “Città dell’Olio”, il Lucano Michele Sonnessa”.

Così Luca Braia, consigliere regionale ed ex assessore Regionale all’Agricoltura.

Il nostro olio – prosegue Braia – è finalmente un prodotto che si fregia del marchio IGP, il diciottesimo prodotto con denominazione di origine regionale. Un grande lavoro cominciato più di tre anni fa con gli uffici regionali, Camera di commercio, Alsia ma soprattutto con le   tante aziende del consorzio proponente, con il presidente Claudio Cufino. L’olivicoltura in Basilicata è il quarto comparto agricolo più produttivo della regione e potrebbe diventare, come per il vitivinicolo, un settore di percorsi e itinerari turistici e paesaggistici importante dai riflessi economici inimmaginabili“.

Fonte: www.teatronaturale.it