Psr, i fondi per la Puglia sono a rischio: è necessaria una proroga

20

La Puglia ha speso solo il 20% dei fondi previsti dal Programma. Il rischio è quello di perdere le risorse se , entro dicembre, non recupererà il tempo perdutoL’assessore Di Gioia imputa i ritardi alle impugnative presso il Tar, che bloccherebbero diecimila domande: “Senza esse i numeri sarebbero diversi“.

Il coordinamento di Agrinsieme Puglia – Cia, Confagricoltura, Copagri e Alleanza delle Cooperative Agroalimentari – risponde criticamente: “Il Psr 2014-2020 pone in una situazione critica non solo gli agricoltori pugliesi ma anche quelli dell’intera nazione. Per molte misure non sono stati spesi fondi e questo rallentamento influenza anche il livello nazionale. I ricorsi presentati, che hanno certamente influito sui dati, non giustificano simili, perduranti ritardi. Le criticità di questa programmazione influenzeranno la dotazione finanziaria futura, riducendo le risorse nel loro complesso. Dovranno essere cambiate le procedure e le modalità di selezione dei bandi, solo così si potranno evitare ricorsi e successivi disimpegni“.