Puglia: di nuovo bloccato il PSR

44

La Regione non potrà pagare i contributi della misura 4.1a del PSR, perchè deve accantonare le somme che potrebbero servire a pagare chi è in posizione di idoneità nella graduatoria.Il Consiglio di Stato assesta un altro colpo al Programma di Sviluppo Rurale pugliese, rendendo sempre più flebili le speranze di raggiungere gli obiettivi di spesa fissati per il 2019.

Si parla di una delle misure più importanti dell’intero PSR, bloccata per mesi innanzi al TAR.

La Regione è stata costretta a riesaminare le 652 domande in posizione finanziabile, ma ora il Consiglio di Stato dice che “il carattere solo parziale dell’istruttoria svolta dall’amministarzione in sede di riesame” non è sufficiente perchè non ha consideratotutti gli altri (le domande erano 3.300). A questo punto erogare i fondi sarebbe un azzardo.

Oltre questo brutto colpo, l’ex assessore Di Gioia ha attaccato violentemente, con un post su facebook, l’operato del governatore Emiliano che aveva condiviso le pesantissime dichiarazioni di un esponente di Confagricoltura. Un attacco a tutto campo che ha riguardato l’Autorità di Gestione del PSR, le regole per il pagamento dei contributi del PSR, la decisione di eliminare il controllo sulla ‘bancabilità’ degli investimenti ed alla cancellazione del nuovo avviso pubblico per la misura 6.1a, la gestione dell’emergenza xylella.