Puglia, il monitoraggio xylella non parte

100

La Puglia agricola è nel caos: oltre al blocco di varie misure e sottomisure del Psr dovuto alle ultime decisioni del Tar, ora il monitoraggio su Xylella. I tecnici hanno firmato i contratti i primi di giugno ma il piano di monitoraggio previsto per il 15 giugno non è infatti partito.

Sembra ci siano incomprensioni tra l’Arif, Agenzia agricola e forestale regionale, ed il comune di Locorotondo a seguito dei nuovi casi di olivi infetti.

Sempre da quanto si apprende, infatti, sembrerebbe che il comune abbia chiesto una revisione dello stesso piano di monitoraggio relativa alle aree interessate.

E questo caos mentre premier, ministro, sottosegretario, direttore generale Agea, capogruppo in commissione al Parlamento Europeo, sono tutti pugliesi.

Nel frattempo Xylella ringrazia ed avanza.