Piano xylella, 300 milioni per il rilancio

327

Il ministro Bellanova ha presentato il Piano straordinario per la rigenerazione olivicola della Puglia e per il contrasto a X. fastidiosa.

Il Piano definisce l’utilizzazione dei complessivi 300 milioni di euro stanziati per il 2020 ed il 2021. Si compone di 25 articoli e prevede azioni per accelerare l’espianto degli ulivi in zona infetta, il reimpianto con cultivar resistenti, il risarcimento dei danni subiti dalle imprese agricole e dai frantoi oleari presenti sul territorio interessato dalla diffusione del batterio.

Sono cinque le aree di azione: il contrasto alla diffusione del batterio finanziato con 10 milioni di euro, il ripristino dell’attività produttiva con 210 milioni, il rilancio dell’economia rurale delle aree danneggiate con 40 milioni, le azioni orizzontali, ovvero ricerca per 20 milioni e comunicazione per 5 milioni, ed il monitoraggio e la rete dei laboratori con 15 milioni.

Il Piano prevede l’istituzione di un Comitato di Sorveglianza presieduto da un reppresentante del MIPAAF, un rappresentante del Ministero per il Sud, uno del MISE ed uno della Direzione agricoltura della Regione Puglia.

Viene creato, altresì, un Ufficio dedicato a Xylella con il compito di supportare il Comitato e, infine, viene istituzionalizzato il Tavolo di Coordinamento emergenza xylella.