Primo ritrovamento di Xylella fastidiosa (subsp. multiplex) nel Lazio

787

Il sito istituzionale della Commissione Europea dedicato agli aggiornamenti di Xylella fastidiosa nel territorio europeo riporta che lo scorso novembre le autorità italiane hanno notificato a Bruxelles il primo focolaio di Xylella fastidiosa, sottospecie multiplex, nell’agro di Canino (VT).

Questo ritrovamento dista appena 30-50 Km dal Monte Argentario in Toscana, territorio che ricordiamo è interessato fin dal 2018 da un programma di eradicazione di un vasto focolaio di Xylella della medesima sottospecie multiplex, in particolare del ceppo ST87 in grado di attaccare il mandorlo ma non l’olivo. Link della pagina della Commissione Europea con la notizia: https://bit.ly/3rgaQEU

Ndc: Ricordiamo, inoltre, la presenza certificata di X. fastidiosa multiplex nel 2015 in Corsica, nel 2016 nelle isole di Maiorca e Minorca, nel 2017 nella provincia di Alicante, nel 2018, oltre al Monte Argentario, fu riscontrata nella provincia di Madrid e nel 2019 a Porto, in Portogallo.