La lotta adulticida contro la mosca delle olive

287

Un confronto di efficacia tra quattro diversi sistemi “Attract and Kill” in campo contro Bactrocera oleae.

Le infestazioni di mosca delle olive sono aumentate nell’ultimo decennio da nord a sud in tutta Italia, così come la sensibilità ambientale degli italiani.
Tra le strategie di difesa più utilizzate negli oliveti biologici c’è quella “Attract and Kill”, basata sull’attirare gli adulti su una trappola o in una zona dell’oliveto trattata con un insetticida, per provocarne la morte.
Una ricerca della Fondazione Edmund Mach ha valutato quattro diversi prodotti “Attract
and Kill” in un oliveto del Trentino.
I prodotti testati erano: Eco-Trap (Vioryl), Spint (Vioryl), Spintor Fly (Dow AgroSciences) e un dispositivo per la cattura di massa, Flypack (SEDQ).

L’esperimento è durato tre anni, dal 2016 al 2018.

Nel 2016, al momento della raccolta, il 49% delle olive era infestato sulla zona non trattata.
Lo Spintor Fly ha dato la migliore protezione (media del 5% dei frutti infestati) ed Eco-Trap
ha dato una protezione intermedia (24%).
Il danno ai frutti nella zona non trattata è diminuito gradualmente nei due anni successivi
(42 e 25%) e i prodotti testati (Eco-Trap, Spintor Fly, Flypack) hanno dato risultati simili e
buoni (5% o meno di frutti infestati).

 

L’esperienza dei ricercatori indica che per una buona efficacia è necessario applicare il
prodotto a basse infestazioni e ripetere le applicazioni su tutta l'area per anni. Il
monitoraggio costante delle condizioni climatiche e del volo degli insetti, delle buone
pratiche agronomiche e della previsione della data di raccolta in caso di infestazioni
elevate rimangono di fondamentale importanza per garantire una buona produttività.

Bibliografia
Massimo Mucci, Mario Baldessari, Franco Michelotti, Serena Giorgia Chiesa,
Gino Angeli, Attract and Kill for the control of olive fruit fly in Alto Garda, Trentino,
Pheromones and Other Semiochemicals in Integrated Production and Integrated
Protection of Fruit Crops, IOBC-WPRS Bulletin Vol. 146, 2019, pp. 13-18